ORIGINI

Sardegna, 2021-22

GENESI

Il progetto Origini  nasce dall’esigenza di ricercare

le mie stesse origini e il mio passato, ma anche il mio

presente in una terra che e nel mio sangue da

generazioni: la Sardegna.

Il mio progetto mira a comunicare l'arte in modo non

convenzionale e inclusivo, traducendo il passato in un linguaggio

moderno, facendo vivere alle persone che ritraggo oggi, attraverso pose da ritratto, i costumi e le ambientazioni di un’epoca perduta.

 

Per questo ho scelto di raccontare - attraverso le immagini virate in bianco e nero e anticate- la Sardegna più verace, il suo cuore pulsante, la montuosa Barbagia e la Gens Barbaricina, già nota agli antichi romani. In un vasto territorio interno all’isola, che si estende attorno all’attuale Nuoro e che consta solo di una popolazione di 120mila abitanti, l’imperscrutabilità di queste genti è stata poco documentata e valorizzata dagli storici e sociologi. Con la fotografia punto a riprendere il filo tra gli abitanti di oggi e le loro antiche discendenze.

 

LA CIFRA

Questa terra fatta di miti e leggende, molte ancora da

scoprire, è per me un luogo da esplorare, partendo dai

piccoli borghi e paesi, dove usi, costumi e tradizioni sono

ancora vivi e ancora oggi fondono il mito antico con la vita contemporanea.

Attraverso il folklore, la popolazione che

tramanda di generazione in generazione la vera natura della

Barbagia, quella che non si trova nei libri di testo.

Il progetto fotografico valorizza la parte folkloristica ma

con un occhio contemporaneo. Ogni scatto è operato per non intrappolare usi e

costumi in un tempo specifico ma sospenderli in un

limbo. Le pose e il taglio valorizzano gli abiti, i volti e tutte le

caratteristiche antropologiche e paesaggistiche che rendono la Barbagia una terra unica.